header-banner-image

Ambiente

EARTH  Technology Expo

Data: 05 Ottobre 2022 Ore: 09:00 Luogo: Firenze - Fortezza da Basso

EARTH  Technology Expo

Firenze 5/8 Ottobre 2022, Fortezza da Basso

Transizione Digitale.
Per la Transizione Ecologica.
Tecnologie per Clima, Ambiente, Mare, Acque, Città, Lavoro, Produzioni, Gestione e Controllo dei Rischi Naturali e di Natura Antropica.

Scarica la brochure di ETE 2022

Earth Technology Expo è la prima e più completa esposizione delle applicazioni tecnologiche e dell’innovazione previste e presenti nelle linee guida del Next Generation EU.

È la frontiera che stiamo superando per migliorare la vita dei cittadini e per aumentare la sicurezza dai grandi rischi naturali, per la buona gestione del territorio e per la modellistica più affidabile degli effetti del cambiamento climatico in corso, per la gestione dei beni culturali e della rete produttiva nazionale.

È l’Italia che sa affrontare la transizione digitale come straordinario supporto alla transizione ecologica.

È la rivoluzione digitale in corso che sarà rafforzata dalle reti della nuova generazione wireless a banda ultra larga e 5G, driver di accelerazione di un Paese moderno, sempre più green, rispettoso dell’ambiente e più sicuro.

EXPO GOALS
• Sostegno alla svolta green del Next Generation Eu;
• Incontro tra ricerca, mercato, professioni e istituzioni pubbliche;
• Nuove frontiere della tecnologia e della innovazione;
• Sviluppo degli investimenti aerospaziali;
• Ricerca e sviluppo nella transizione energetica;
• Reti 5g e 6g come driver strategici;
• Applicazioni per le smart city;
• Tecnologie per la sicurezza e il controllo, anche in real time, dei rischi naturali;
• Controllo e gestione efficiente delle infrastrutture e della mobilità;
• Innovazione nel settore agricolo e nelle filiere alimentari.

A CHI È RIVOLTO
• Al sistema di protezione civile ed al sistema di prevenzione dei rischi, di ripristino e ricostruzione post-emergenza;
• Tecnici e amministratori della Pubblica Amministrazione;
• Tecnici delle imprese e professionisti;
• Tecnici e ricercatori dell'Università e dei centri di ricerca;
• Cittadini e associazioni di cittadinanza attiva;
• Studenti e professori delle scuole superiori e universitari